Home page: Editoriale e news nazionali Associazione Feder Casalinghe: obbiettivi, storia, struttura nazionale e locale Sede Nazionale federcasalinghe Sedi Locali: tutte le sedi Federcasalinghe regione per regione News utili nazionali e locali aggiornate Progetto Mamma Day: festa della mamma di Federcasalinghe
 
Sito aggiornato il 16/04/2015
Notizie Recenti
Solidarietà a D'Alema
Leggi le News
Relazioni Tavola Rotonda
HORIZON 2020

Leggi Sede Nazionale
Expo 2015
Leggi le News
Smart City
Incontro ad Asti

Leggi Sedi Locali
 


 
LINK AMICI
 
eurosystem
 
pegaso
 

 

Sei il visitatore numero

Contatore accessi gratuito

INDIRIZZO SEDE NAZIONALE:
OBIETTIVO FAMIGLIA / FEDERCASALINGHE
Via Antonio Chinotto, 1 - 00195 Roma
Tel. 06.6876065 - Fax 06.68808489

EXPO 2015 E LE DONNE ITALIANE

SCONFIGGERE LA FAME NEL PIANETA:
LO SPAGHETTO ITALIANO COME PROPOSTA

Grazie a tutte voi, e alle Rappresentanti dell’Associazione, noi siamo davvero una bella e forte organizzazione! Mi fate sentire orgogliosa!
Stanno arrivando le vostre schede sull’esperimento “Spaghetto al Pomodoro surgelato? Una proposta per sconfiggere la fame nel Pianeta”.
Mi sembra che siano tutte risposte ok.
Aspettiamo le ultime comunicazioni e poi decidiamo insieme cosa portare a Expo 2015.
Ma soprattutto come rapportarci con F.A.O. e Ministero degli Esteri.
A tutte un forte abbraccio, in particolare a Ilenia, Maria Elvira,  Maddalena, Silvana, Elda, Lucia, Maria,  Marina,  Iole, Giulia.

Federica

Gentilissime/Gentilissimi,

Pubblichiamo la lettera indirizzata al Presidente  del Consiglio dei Ministri, e  alle  Socie e Rappresentanti  di Federcasalinghe.

Roma, 2 aprile 2015
Prot.026/OFFC/FRG/gc

Ill.mo Matteo Renzi
Presidente del Consiglio dei Ministri
Palazzo Chigi

Alle Rappresentanti
Obiettivo Famiglia / Federcasalinghe

 

 

 

 

 

 

Gentilissime/Gentilissimi,

e’ certamente particolare una lettera rivolta contemporaneamente al Presidente  del Consiglio dei Ministri, ed  alle  Socie e  Rappresentanti  di   un’Associazione  no-profit quale è Federcasalinghe.

Ma esiste oggi una possibilità concreta di realizzare alcune azioni, peraltro di nessun costo per lo Stato, che possono riequilibrare e superare gli abusi commessi per lungo tempo contro le donne ed i giovani dal sistema che ha governato il nostro Paese; non dobbiamo perdere questa opportunità.

Possiamo dare dignità e tutela ad ogni lavoro, senza discriminazioni ormai antistoriche, fra l’uno e l’altro.

Possiamo, e dobbiamo offrire a tutti i cittadini, e non solo ad una parte, la possibilità di programmarsi una pensione degna, e nel caso anche di integrarla.

Possiamo offrire ai giovani diverse possibilità di scelta, per un futuro che li soddisfi lungo il percorso di vita.

Oggi si può fare. Moltissimo è già scritto nelle leggi attuali; ma non applicato e dimenticato. Chiediamo a Matteo Renzi di fare un dono alle mamme e alle famiglie.

“Un incontro del Presidente del Consiglio dei Ministri con l’Associazione per affrontare temi fondamentali quali:

  • Lo sviluppo del  Fondo Pensione INPS di pari opportunità, nato dal Decreto Legislativo n.565 del 16/09/1996 e affidato al Presidente del Consiglio dei Ministri.
  • Il Turismo familiare quale possibilità economica per migliaia di famiglie italiane.
  • Il Lavoro Accessorio da sviluppare sia come esperienza concreta per i giovani verso l’occupazione stabile; sia per i pensionandi o pensionati contro l’isolamento, la solitudine, la povertà.

Un saluto affettuoso, Federica

 

EDITORIALE PRECEDENTE

Carissime,

invio a tutte un saluto affettuoso e l’augurio che le azioni discriminatorie contro le donne siano sconfitte in Italia e nel mondo. In particolare desidero mandare un abbraccio a tutte le Socie e Rappresentanti della nostra Associazione. Ma oggi vorrei riflettere, con voi, sull’evoluzione politica del nostro Paese nell’ultimo periodo.

Poco più di due anni fa eravamo tutte molto preoccupate per il futuro del Paese, dei risparmi piccoli o grandi delle famiglie,  del domani nostro e dei nostri figli. La crisi pesantissima sembrava senza sbocco.
Nel febbraio 2013 siamo state chiamate al voto politico. Il voto ha evidenziato la profonda frattura fra potere politico amministrativo e i cittadini, attraverso una larghissima astensione e il voto di protesta confluito su Grillo.
Ricordo che abbiamo votato con il “porcellum” e il Parlamento eletto è nato dalle scelte dei segretari di partito. Chi era il Segretario Politico del PD? Luigi Bersani. Ne consegue ovviamente che la maggioranza dei Parlamentari del Partito Democratico sia legato politicamente a Bersani stesso.

Perché in occasione dell’8 marzo desidero sottolineare questa realtà, che alcune hanno dimenticato o sottovalutato?
Quando un anno fa Matteo Renzi è diventato Presidente del Consiglio dei Ministri, si è dovuto confrontare con i gruppi parlamentari del suo partito, orientati più verso il precedente Segretario Politico:

  • Per questo la scelta del “Nazareno”.
  • Per questo la difficoltà costante in Parlamento e le forzature con i voti di fiducia.

A mio parere Renzi è stato coraggioso ed abile:

  • E’ passata la legge molto importante per il superamento delle Provincie.
  • Sta per passare in seconda lettura alla Camera la legge di riforma costituzionale.
  • Si concluderà l’iter per la legge elettorale.

Sono leggi che cambieranno storicamente l'Italia.

Alcune di voi dicono: ma troppi decreti!
E adesso che sulla scuola Renzi ha fatto un passo indietro, affidando al Parlamento l’avvio di una buona legge dite: non va bene – ci voleva il decreto!
La nostra debolezza di donne italiane credo stia in queste letture non sempre dettate dal nostro pensiero, ma influenzate e dipendenti altri.

Dite: “Persino la Boldrini, Presidente della Camera gli è contro”. Ma la Boldrini non è super partes; afferisce politicamente a Sel!
E Sel è minoranza rispetto al Governo in carica.

Traete Voi le conclusioni!

Mi piacerebbe aprire un confronto diretto con Voi sulla politica; sarebbe molto interessante. Ma per il momento da parte mia non ci sono le condizioni economiche per poterlo fare.
Valutiamo tuttavia la differenza tra il clima drammatico di un anno fa, e la prospettiva diversa che oggi abbiamo davanti.
Oggi 8 marzo, è giusto riflettere sulle cose positive ottenute dalla Nostra Associazione. In vista del sostegno a Renzi alle primarie del dicembre 2012, avevamo chiesto alcune leggi.

  • Sostegno alla maternità
  • Rifinanziamento del Fondo di Solidarietà per i mutui prima casa
  • Aumento del tetto massimo previsto per i vaucher lavoro

Questi tre punti sono stati soddisfatti dal Governo.

Ma abbiamo anche chiesto:

  • Migliorare la legge sulla sicurezza delle abitazioni e l’Assicurazione INAIL per le casalinghe.
  • Rendere operativo in modo serio il Fondo Pensione INPS per le donne che svolgono lavori di cura non retribuiti derivanti da responsabilità familiari.

Su questi due punti abbiamo concrete speranze che si realizzino entro il 2015. Infatti, su richiesta di Obiettivo Famiglia / Federcasalinghe si è aperto il 28 gennaio 2015 un Tavolo presso il Ministero del Lavoro, per la soluzione del problema assicurativo e pensionistico delle casalinghe.

E' un passo avanti molto importante,  mai prima concretizzato.

| Home | | Chi Siamo| | Sede Nazionale| | Sedi Locali|  | News|  | Mamma Day|   | Contatti|
 

Associazione Federcasalinghe - Obiettivo Famiglia - Sede Nazionale: -Via Antonio Chinotto, 1 - 00195 - Roma
Tel: 066876065 - Fax: 0668868489 e-mail: federica.gasparrini@gmail.com - federcasalinghe.segreteria@gmail.com
P.Iva 01974981001 (In ottemperanza Dpr n. 404) - PEC: federcasalinghe@pec.readytec.it (in ottemperanza DLgs n.185 del 29/11/08)

 
  Web Design & Power: Vcom.it