Bruciore di stomaco in gravidanza: cosa fare?

Bruciore di stomaco in gravidanza: cosa fare?

Cause, sintomi e rimedi

Il bruciore di stomaco in gravidanza

Uno dei sintomi più diffusi e meno piacevoli durante la gravidanza è il bruciore di stomaco. Secondo una credenza popolare, questo era dovuto alla crescita dei capelli del feto. Tuttavia, la scienza non ha trovato prove a sostegno di questa correlazione.

Ma allora, se non è la chioma del nascituro a provocare questa sensazione sgradevole, cosa sta realmente succedendo? In questo articolo, esploreremo le cause reali del bruciore di stomaco in gravidanza, esaminando come il corpo cambia e reagisce durante questi mesi cruciali.

Che cosa causa il bruciore di stomaco in gravidanza?

Il bruciore di stomaco, conosciuto anche come acidità gastrica o reflusso gastroesofageo, è una sensazione di bruciore che si avverte dalla parte inferiore del petto fino alla gola. Durante la gravidanza, questo disturbo può diventare più frequente e fastidioso a causa di una combinazione di fattori.

Uno dei principali responsabili del bruciore di stomaco in gravidanza è il progesterone. Questo ormone aiuta a rilassare l’utero per la crescita del bambino, ma con un effetto collaterale: rilassa anche gli altri muscoli del corpo, compreso lo sfintere esofageo inferiore, ovvero il muscolo che normalmente impedisce agli acidi dello stomaco di risalire nell’esofago.

Questo fenomeno, unito alla pressione fisica esercitata dall’utero in crescita, facilita il reflusso dei succhi gastrici, causando così il bruciore di stomaco.

Tra gli altri fattori che possono aumentare la probabilità e l’intensità del disturbo troviamo:

  • Consumo di cibi speziati, acidi o grassi
  • Stato di sovrappeso
  • Stress
  • Postura scorretta.

Comprendere queste cause può aiutare le future mamme a trovare strategie efficaci per gestire questo disturbo e vivere una gravidanza più confortevole.

Quali sono i sintomi?

I sintomi del bruciore di stomaco in gravidanza

Il bruciore di stomaco può presentarsi in qualsiasi fase della gravidanza, ma è più comune e tende a intensificarsi nel secondo e nel terzo trimestre, quando l’utero raggiunge una dimensione maggiore.

I sintomi possono variare da lievi a gravi e possono includere:

  • Sensazione di irritazione dallo stomaco alla gola
  • Rigurgito acido o amaro in bocca
  • Disagio al petto
  • Nausea
  • Difficoltà a deglutire.

Ogni gravidanza è unica, e i sintomi possono variare notevolmente da persona a persona. Alcune donne possono sperimentare questi sintomi sporadicamente, mentre altre li possono avvertire più frequentemente e con maggiore intensità.

Se i sintomi del bruciore di stomaco diventano particolarmente fastidiosi o persistenti, è consigliabile consultare un medico per discutere delle opzioni di trattamento e assicurarsi che non ci siano altre condizioni sottostanti da considerare.

I rimedi contro il bruciore di stomaco

Il bruciore di stomaco durante la gravidanza può essere scomodo, ma ci sono diversi modi per alleviare questo disturbo.

Una delle strategie più efficaci è modificare la propria dieta e le proprie abitudini alimentari. Mangiare piccoli pasti frequenti, piuttosto che pochi pasti abbondanti, è una tattica che aiuta a non sovraccaricare lo stomaco.

Inoltre, è importante prestare attenzione alla tipologia di cibo consumato. Tra gli alimenti da evitare in gravidanza, troviamo i cibi grassi, speziati o molto acidi che possono irritare ulteriormente l’esofago e intensificare il bruciore di stomaco. Inoltre, evitare di coricarsi subito dopo aver mangiato riduce la probabilità di reflusso acido.

Per quanto riguarda il riposo notturno, anche la posizione in cui si dorme può avere un impatto significativo sulla frequenza e l’intensità del bruciore di stomaco. Dormire con la testa e le spalle leggermente sollevate è un metodo efficace per prevenire il bruciore durante la notte.

Infine, esistono diversi rimedi naturali che possono offrire sollievo senza la necessità di ricorrere a farmaci. Il tè allo zenzero, ad esempio, è noto per le sue proprietà calmanti e può aiutare a alleviare il bruciore di stomaco e altri disagi digestivi. Tra gli altri alimenti apprezzati per la capacità di contrastare l’acidità di stomaco ci sono albicocche secche e mandorle.

Anche se il bruciore di stomaco può essere una parte scomoda della gravidanza, con questi adattamenti nello stile di vita e nella dieta, è possibile ridurne significativamente l’impatto e vivere una gravidanza più confortevole.