Federcasalinghe ha consegnato al Governo l’emendamento per la costituzione del Fondo Opportunità delle mamme a tempo pieno;  finalmente, dopo settimane di confronto e contestazione sulla totale ed anticostituzionale dimenticanza delle lavoratrici della famiglia, si è vista una prima apertura dal Governo. Positivo è stato il confronto con Palazzo Chigi, la Ministra Elena Bonetti, il gruppo dei Senatori del Movimento 5 Stelle della Commissione Lavoro e la Presidente del Partito Democratico Valentina Cuppi.

 

Le dimissioni dal lavoro di oltre 37 mila neo-mamme, come evidenziato da ANSA, hanno determinato un’accelerazione dei tempi; Federcasalinghe vede con favore questa scelta consapevole e generosa di maternità a tempo pieno, dedicata alla felicità dei bebè.

 

L’Associazione reputa giusto, anzi indispensabile, che sia previsto il diritto ad un percorso formativo per queste madri e per le migliaia e migliaia, anzi milioni di madri ,  che le sostenga nel momento in cui, cresciuti i piccoli, desiderino rientrare nel mondo del lavoro remunerato.

Federcasalinghe chiede, con forza,  che venga inserito nel percorso legislativo del Decreto Rilancio un Emendamento che preveda l’istituzione di un Buono Formativo per le mamme a tempo pieno che, cresciuti i figli, desiderino rientrare nel mondo del lavoro retribuito.

Un diritto costituzionale!

Leggi l’Emendamento