Formazione moda: perché fare un master e come scegliere quello più adatto

Formazione moda: perché fare un master e come scegliere quello più adatto

Un master di moda è un percorso di alta formazione essenziale per essere al passo con le innovazioni nel settore delle wearable technology.

Un corso di questo tipo offre infatti l’opportunità di esplorare da un punto di vista privilegiato ogni aspetto delle tecnologie indossabili, a patto di puntare su un master business oriented e dall’alto valore formativo.

Master di moda: a chi si rivolge e perché è importante

Un master di moda si rivolge a tutti quei profili provenienti da ambiti accademici specifici, quali ingegneria, fashion design e design di prodotto, che abbiano conseguito una laurea o un diploma accademico almeno di 1°livello o un titolo estero equivalente riconosciuto dall’attuale normativa.

Il fine è quello di preparare i futuri professionisti del design a sviluppare accessori e capi d’abbigliamento di ultima generazione: dispositivi indossabili, capaci di perfezionare l’esperienza ibrida, attraverso l’integrazione di sensori e tecnologie che aiutano a migliorare la vita delle persone.

Dispositivi oggi sviluppati dalle principali case di moda, le quali, ispirate dai giganti della tecnologia, concorrono nel lancio di nuovi prodotti per avere un ruolo di primo piano in un comparto che, da un valore stimato nel 2022 pari a 61,30 miliardi di dollari, è destinato a espandersi con un CAGR del 14,65 fino al 2030.

Un master di moda, configurandosi come un percorso altamente specializzante, orientato a sviluppare competenze molto più specifiche rispetto ai classici percorsi accademici, è finalizzato a fornire, con tempistiche di frequenza che in genere non superano i 12 mesi, tutte le competenze necessarie per entrare a far parte di questo settore.

Dagli accessori intelligenti agli abiti hi tech, rappresenta infatti una strada privilegiata verso le attuali evoluzioni dell’industria fashion: un settore oggi più che mai a metà strada fra reale e virtuale, proiettato verso soluzioni atte a massimizzare le potenzialità dei dispositivi indossabili.

Ma per essere parte di questo cambiamento è fondamentale scegliere un master adatto, optando per un percorso dall’approccio multidisciplinare che possa spaziare dal design alla ricerca, dall’estetica alla progettazione, e che sia in grado di fornire tutte quelle skill indispensabili nel futuro del settore.

Master di Moda: dall’utilità ai requisiti per scegliere il percorso giusto  

Secondo l’ultimo report di AlmaLaurea il tasso di occupazione per chi ha frequentato un master di 1° livello, è pari al 85,3 %. La frequenza di un master, infatti, è oggi un requisito imprescindibile per aggiornarsi e accrescere il proprio background formativo, nonché per allinearsi alle richieste provenienti dai settori professionali trainanti.

Nel comparto delle wearable technology, un valido percorso di alta formazione è rappresentato dal master fashion hi-tech design, che punta a formare designer qualificati a creare quelle tecnologie indossabili all’avanguardia o destinate a diventare realtà nell’immediato futuro.

Alla luce di un settore fortemente permeato dall’innovazione che si muove rapidamente verso un mondo completamente digitalizzato, scegliere un percorso di questo tipo permette di spaziare nei diversi ambiti disciplinari con un approccio futuristico, per tenere il passo con la rapida evoluzione di queste tecnologie e le crescenti aspettative del settore.

Tra gli argomenti oggetto di studio, generalmente sono comprese tutte quelle discipline indispensabili per far parte dell’ecosistema tecnologico del futuro, con un approccio tecnico e teorico che spazia dalla prototipia manuale ai materiali tradizionali e intelligenti, dal 3D CAD design al design dell’accessorio, fino a tutti gli aspetti inerenti alla modellistica avanzata.

Argomenti che, naturalmente, sono finalizzati a formare i professionisti della moda del futuro: designer di abiti e accessori sportswear, progettisti di tessuti intelligentitechnology advisor, responsabili di ricerca e project leader, i cui ruoli oggi risultano cruciali in settori come l’healthcare, lo sport, la sicurezza, l’entertainment, il fintech, la mobilità, la comunicazione.

Professionisti in grado di creare abiti che siano espressione di design e di funzionalità, le cui tecnologie permettano trasmettere, memorizzare, registrare o analizzare dati per migliorare il benessere e le prestazioni di ogni singolo individuo.