Gender Mainstream

Gender Mainstream

Una proposta per la parità dei sessi

Il “Gender Mainstream” è un approccio che integra la prospettiva di genere in tutte le fasi di progettazione, implementazione, monitoraggio e valutazione delle politiche, dei programmi e dei progetti e mira a garantire che le differenze di genere vengano prese in considerazione.

Tramite il Gender Mainstream e il suo approccio pluralistico, si valutano le diverse implicazioni che le nuove norme e azioni politiche possono avere sia sugli uomini che sulle donne.

«L’obiettivo finale del Gender Mainstream» dichiara il Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite «è quello di raggiungere la parità tra i sessi».

Il Gender Mainstream nel tempo

Si è parlato per la prima volta di Gender Mainstream nel 1985 durante la Terza Conferenza Mondiale sulle Donne tenutasi a Nairobi. Il progetto è stato poi sviluppato dall’Assemblea delle Nazioni Unite ed è stato adottato per la prima volta in maniera strategica durante la Quarta Conferenza Mondiale sulle Donne di Pechino nel 1995.

Durante la quarta conferenza è stato elaborato il BPfA (the Beijing Declaration and Platform for Action and Equality, Development and Peace), documento che si pone come obiettivo il “Women’s empowerment”.

Il BPfA ha l’obiettivo di sancire i punti principali per l’uguaglianza dei diritti delle donne e quelli degli uomini.

Il testo vuole sottolineare i fondamentali principi di libertà e d’integrità dell’opinione femminile, prendendo in considerazione le diverse esperienze di vita delle donne che devono venire rispecchiate nelle norme Nazionali e Mondiali.

I punti del documento BPfA sono 12 e riguardano diverse macro-tematiche:

  1. Donne e la povertà
  2. Istruzione e formazione femminile (approfondimenti che riguardano, tra gli altri, i temi delle disuguaglianze nell’istruzione e delle disuguaglianze di genere culturali )
  3. Donne e sanità
  4. Violenza contro le Donne
  5. Donne e conflitti armati
  6. Donne ed economia
  7. Donne al potere e potere decisionale
  8. Meccanismi Istituzionali per il rafforzamento femmile
  9. Diritti umani delle Donne
  10. Donne e i Media
  11. Donne e l’ambiente (environment)
  12. Le bambine

Perché il Gender Mainstream è importante? Ecco alcuni esempi

Per far si che le discriminazioni di genere non continuino a sussistere, il concetto di Gender Mainstream ci insegna a considerare attentamente le differenze di genere e di prospettive tra uomini e donne durante la stesura di programmi e norme.

Nella pratica, alcune situazioni in cui si può implementare un approccio Gender Mainstream sono le seguenti:

  • Nella progettazione di un programma di istruzione
    un corretto approccio Gender Mainstream potrebbe consistere nello svolgere un’ analisi attenta ai dati in base al genere. Se le ragazze risultassero in numero consistentemente minore in alcuni settori di studio, si potrebbero attuare delle manovre di tutoraggio specifiche per ragazze, creando così ambienti di apprendimento inclusivi.
  • Nel contesto lavorativo
    Il Gender Mainstream potrebbe influenzare le politiche di assunzione e promozione, in modo da garantire una rappresentanza equa di uomini e donne in tutti i livelli organizzativi.
  • Nei media e nella pubblicità
    Un uso corretto dell’approccio Gender Mainstream può promuovere immagini e messaggi che riflettano la diversità delle esperienze e delle capacità di uomini e donne, contribuendo così a cambiare le percezioni culturali sul ruolo di ciascun genere nella società.

In conclusione, possiamo definire l’utilizzo delle politiche Gender Mainstream come non solo specifiche e agevolanti per le donne, ma piuttosto come una trasformazione più ampia che ha come fine ultimo l’uguaglianza di genere in tutti i settori della vita sociale, economica e politica.