Il costo della carne aumenta, +21%: preoccupa l’aumento indiscriminato del costo della vita

Il costo della carne aumenta, +21%: preoccupa l’aumento indiscriminato del costo della vita

aumento indiscriminato del costo della vita

Grande preoccupazione delle donne, quali Responsabili di acquisto delle famiglie per l’avvio dell’aumento indiscriminato del costo della vita.

Dopo anni di stabilità del costo della vita, quasi improvvisamente si sta consolidando il principio dell’automaticità dell’aumento dei prezzi. 

“La guerra economica in atto, su spinta dei produttori di materie prime e dei venti di guerra sulla collocazione geo-politica dell’Ucraina, stanno determinando una inflazione che temiamo sia senza controllo” – dicono le donne, vere amministratrici delle famiglie.

Questi gli aumenti riscontrati in questi giorni:

Pane 18%
Pasta 500 gr Da € 0,90 € a €1,10 
Carne 21%
Frutta di stagione  14%
Servizi 20%
Bar e Ristoranti  12%
Bollette Luce e Gas  40%

 

“Mi domando – dichiara Federica Gasparrini – come potranno le famiglie a reddito fisso, sopportare questa spinta inflazionistica irrazionale ed ingiustificata.

Come Federcasalinghe suoniamo un campanello d’allarme. Il Governo deve intervenire subito, con regole chiare, non con finanziamento a chi spinge l’inflazione”