Sport e disabilità, un binomio sempre vincente

Sport e disabilità, un binomio sempre vincente

Ecco quali sono i principali benefici di praticare un’attività sportiva

Sport e disabilità

Oltre ad affrontare episodi di emarginazione e bullismo, le persone con disabilità devono molto spesso fare i conti sia con barriere architettoniche sia con discriminazioni sociali a causa dello stigma legato alla loro condizione.

Fortunatamente, in sempre più settori negli ultimi anni si stanno facendo dei grandi progressi verso l’inclusività: si stanno prendendo misure per rendere sempre più edifici e servizi accessibili a tutte le persone e, allo stesso tempo, si stanno creando e adattando posizioni lavorative, sociali e sportive per fare in modo che anche le persone con disabilità possano sentirsi parte integrata della società.

A seconda del tipo di disabilità, anche gli sport sono stati adattati per consentire alle persone con diverse abilità fisiche di partecipare e competere in modo sicuro ed equo con gli altri atleti. Ad esempio, per gli atleti con disabilità fisiche, possono essere utilizzate sedie a rotelle speciali, protesi o altri dispositivi di supporto.

Lo sport, oltre a trasmettere in loro un senso di autostima e indipendenza, facilita l’inserimento in un contesto sociale in cui ogni risultato viene riconosciuto e premiato.

I benefici psicologici e fisici dello sport per le persone con disabilità

Benefici di fare uno sport

Dal punto di vista psicologico lo sport è particolarmente utile per le persone con disabilità poiché migliora l’umore: è infatti ormai noto che praticare sport favorisce la produzione di endorfine, sostanze chimiche prodotte dal cervello che riducono la sensazione di stress e ansia.

Per le persone con disabilità un’attività sportiva migliora sia il benessere emotivo sia fisico: lo sport infatti aiuta a sviluppare un maggiore equilibrio e potenzia il tono muscolare. Attraverso il movimento, i soggetti con disabilità aumentano la loro resistenza, velocità e forza e in questo modo possono raggiungere più facilmente un buon livello di autonomia motoria.

Disabilità e sport in Italia

Nel nostro blog, abbiamo già parlato in precedenza di come viene vissuta la disabilità in Italia: nell’articolo, abbiamo sottolineato come ci fossero diverse persone con disabilità ancora in difficoltà a trovare un lavoro o un’educazione accessibile, ma per quanto riguarda lo sport?

Secondo uno studio condotto dall’ISTAT, l’Istituto Nazionale di Statistica, in Italia le persone con disabilità che praticano uno sport sono solo il 9,1%. Il 14,4% si dedica ad attività fisica, mentre quasi l’80% è completamente inattivo.

Anche se negli ultimi anni l’interesse verso gli sport inclusivi è cresciuto, complice anche il successo della squadra italiana durante i Giochi paralimpici, la  strada verso una completa partecipazione è ancora lunga.

I progetti sportivi sul territorio per le persone con disabilità

In Italia, sono attivi diversi progetti volti ad incentivare l’attività sportiva tra i soggetti con disabilità. Tra questi, Sport e Salute , Società dello Stato e struttura operativa del Governo che promuove attività sportive per tutti. La Società è presente su tutto il territorio italiano con eventi inclusivi.

Inoltre, il Comitato Paralimpico offre in ogni regione la possibilità di partecipare a corsi di avviamento gratuito di 30 ore in una disciplina a scelta.

Agevolazioni fiscali per attività sportive inclusive e persone con disabilità

Per le Federazioni o gli Enti sportivi che sostengono le attività sportive inclusive, il Governo assicura sgravi fiscali, come per esempio il “Fondo unico a sostegno del potenziamento del movimento sportivo italiano”, un contributo per l’acquisto di ausili sportivi destinato alle Società e alle Associazioni Sportive Dilettantistiche.

Le persone disabili che praticano sport possono invece detrarre le spese con il Bonus Attività Fisica Adattata: un credito d’imposta fruibile al 97,5% in favore di soggetti con patologie croniche o disabilità per lo svolgimento di esercizi fisici finalizzati a migliorare la qualità della vita.

Nell’articolo “L’assistenza ai familiari disabili” trovi inoltre un riassunto di tutte le altre misure, indennità e contributi previsti dalla legge per le persone con disabilità e le loro famiglie.