Viaggia, studia e lavora grazie al Working Holiday Visa!

Viaggia, studia e lavora grazie al Working Holiday Visa!

Che cos’è il Working Holiday Visa

Immagina poter viaggiare e visitare posti nuovi, avendo al contempo la possibilità di studiare e lavorare accrescendo così le tue esperienze personali e arricchendo il tuo CV.
Il Working Holiday Visa (WHV) è un tipo di visto che permette ai giovani adulti, di solito tra i 18 e i 30 anni, a volte fino a 35 anni in base al proprio Paese d’origine, di viaggiare in un paese straniero con il permesso di lavorare o studiare legalmente durante il soggiorno. Questo visto ha l’obiettivo di promuovere lo scambio culturale e la comprensione reciproca tra i paesi partecipanti. Per questo, in molti casi,  è consentito anche seguire corsi di studi come quelli di lingua inglese non superiore a 6 mesi.

Quanto dura il WHV?

Il WHV può essere valido per 12 o 24 mesi, periodo durante il quale il titolare può entrare e uscire dal paese ospitante più volte a sua discrezione. È importante tenere in considerazione che il lavoro è generalmente inteso come un mezzo per finanziare il viaggio, piuttosto che come una carriera a lungo termine o un’occupazione full-time. Ci sono, pertanto, restrizioni su quanto tempo si può lavorare per lo stesso datore di lavoro o su certi tipi di mestiere.

Per quali paesi è possibile richiederlo?

I Paesi esteri, oltre a quelli membri dell’Unione Europea, in cui la WHV è valida sono i seguenti:

  • Argentina
  • Canada
  • Australia
  • Hong Kong
  • Israele
  • Giappone
  • Nuova Zelanda
  • Corea del Sud

Le regole specifiche e i requisiti per il Working Holiday Visa variano da paese a paese; in questo articolo faremo chiarezza su alcune di queste in base alle destinazioni più popolari tra gli italiani: Australia, Nuova Zelanda e Canada.

Working holiday visa in Australia

L’Australia è un incredibilmente vasto paese situato nell’emisfero sud, conosciuto per la sua natura selvaggia e per la diversità dei suoi paesaggi. Anche la fauna australiana è rilevante: come dimenticarsi del canguro e del koala?

Politicamente, l’Australia è una democrazia parlamentare con una storia di stabilità economica e sociale. Le principali città, come Sydney, Melbourne, e Brisbane, sono note per la loro multiculturalità e la loro vivace vita culturale e artistica.

Come ottenere il working holiday visa per l’Australia

Per avere la working holiday visa per l’Australia bisogna:

  • possedere un passaporto di un Paese ammissibile, come quello Italiano;
  • avere tra i 18 e i 35 anni d’età;
  • fare domanda online prima di partire, direttamente sul sito del Dipartimento d’Immigrazione australiano;
  • non essere accompagnati da figli a carico;
  • documentazione che attesti la capacità di sostenere le spese iniziali una volta dentro il paese;
  • biglietto aereo di ritorno.

Il governo australiano riceve tantissime domande da tutto il mondo. Tuttavia, risponde in termini abbastanza rapidi, in circa 14 giorni saprai se lo hai ricevuto oppure no.

Una volta ottenuto, avrai a disposizione 12 mesi per atterrare nella terra dei canguri e avviare la validità del visto. Potrai soggiornare in Australia fino ad un massimo di 12 mesi, rinnovabili per altri 12 mesi se si è lavorato almeno 3 mesi in alcune aziende specifiche e approvate dallo stato.

Working holiday visa in Nuova Zelanda

La Nuova Zelanda è un paese insulare situato nel sud-ovest dell’Oceano Pacifico, composto principalmente da due grandi isole: l’Isola del Nord e l’Isola del Sud. In Nuova Zelanda i paesaggi sono rigogliosi, montuosi e permettono di praticare molti sport tra cui il trekking, lo sci e il nuoto e, tra questi, anche l’avventuroso bungee jumping.

Come ottenere il working holiday visa per la Nuova Zelanda

I requisiti per la working holiday visa in Nuova Zelanda sono i seguenti:

  • Essere in possesso di un passaporto di un Paese ammissibile (è inclusa l’Italia);
  • Avere un’età compresa tra i 18 e i 30 anni;
  • Non avere figli a carico;
  • Essere in possesso o avere i fondi sufficienti per poter comprare il biglietto di ritorno;
  • Avere un’assicurazione medica per il periodo di permanenza;
  • Documentazione che attesti la capacità di sostenere le spese iniziali una volta dentro il paese.

Per fare domanda e ottenere un WHV per la nuova zelanda è necessario, inoltre, andare sul sito dell’immigrazione neozelandese e compilare il form di richiesta e aspettare la risposta che avviene, solitamente, entro un mese dall’invio.

Una volta ottenuto, questo ha validità da un minimo di 6 mesi fino ad un massimo di 12 mesi.

Working holiday visa in Canada

Il Canada è il secondo paese più grande del mondo per superficie, ed è conosciuto per i suoi parchi naturali, le sue montagne e i suoi laghi mozzafiato.

Oltre alla natura selvaggia, il Canada offre anche città ricche e culturalmente diversificate, come Toronto, Montreal e Vancouver. Tenendo a mente la storia Canadese, è giusto puntualizzare che il Paese è ufficialmente bilingue; al suo interno infatti, data la lunga storia coloniale britannica e francese, le lingue ufficiali sono due: inglese e francese.

Come funziona il working holiday visa per il Canada

Per andare a lavorare e studiare in Canada grazie alla working holiday visa, i requisiti da soddisfare sono:

  • Essere in possesso di un passaporto di un Paese ammissibile, come l’Italia;
  • Avere tra i 18 e i 35 anni;
  • Non avere figli a carico;
  • Essere in possesso o avere i fondi economici per comprare il biglietto di ritorno;
  • Avere una assicurazione medica.

Per fare domanda è necessario andare sul sito dell’immigrazione canadese e compilare il form di richiesta. Entro 20 giorni è obbligatorio inviare tutta la documentazione richiesta, altrimenti la domanda scade. Lo stato si prende circa 6 settimane per evadere la risposta.

Una volta ottenuto, il Working Holiday Visa canadese ha validità per 2 anni , non rinnovabili. La permanenza effettiva sul suolo canadese è consentita fino ad un massimo di 12 mesi che decorrono a partire dal giorno di arrivo.